Sostieni CdQ Palocco

Statistiche

Cambia lingua

Italian English French German Spanish

Login



AMA - LETTERA ALLA SINDACA VIRGINIA RAGGI E ALL'ASSESSORA ALLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE GIUSEPPINA MONTANARI

PDF Stampa
Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 
Domenica 20 Agosto 2017 08:56

(per l'originale vedi allegati oppure clicca qui)

On. le Sindaca di Roma Capitale

Virginia Raggi

Piazza del Campidoglio, 100
186 – Roma

Assessora alla Sostenibilità Ambientale
Giuseppina Montanari

Piazza di Porta Metronia, 2
00183 – Roma

Raccomandata R/R

OGGETTO: RENDETECI LA NOSTRA DIGNITÀ

Gentile Sindaca Raggi, gentile Assessora Montanari,
in una riunione al Municipio di Ostia, per decidere il luogo dove impiantare una nuova Isola Ecologica, l’Assessora Montanari richiamò il Diritto, da parte dei Cittadini, alla Qualità della Vita.
Esplicitata nei Principi Programmatici dell’art. 2 dello Statuto di Roma Capitale.
Noi, del CdQ Palocco, crediamo che tale qualità passi anche attraverso l’ottenimento di un Servizio di raccolta dei rifiuti che non leda la dignità delle Persone e il rispetto dell’ambiente.
Sappiamo bene, vedi foto allegate, le difficoltà connesse a comportamenti poco civili, ossequiosi e furbeschi.
In primis la mancanza di conoscenza di tanti utenti che NON riescono a capire che i contenitori si riempiono subito se NON si “disossano” i cartoni e NON si schiacciano bottiglie e contenitori di plastica (vedi foto).
Cultura che l’Alighieri racchiude nel verso: “Fatti NON foste a viver come Bruti, ma per seguire virtute e canoscenza”.
Poi l’Ossequio nei confronti dei potenti (vedi foto contenitori puliti, caserma CC, anche se sono sicuro che i carabinieri rispettino le regole e questo influisca sulla pulizia dei contenitori) che il Manzoni configura nella figura di Don Abbondio, “non nobile, non ricco, coraggioso ancor meno, s'era dunque accorto, prima quasi di toccar gli anni della discrezione, d'essere, in quella società, come un vaso di terra cotta, costretto a viaggiare in compagnia di molti vasi di ferro”.
Ancora, comportamento molto diffuso, è il deposito dei sacchetti anche se il contenitore è già pieno (vedi foto dei contenitori stracolmi) salvo poi lamentarsi. Comportamento sintetizzato in un detto popolare, alquanto volgare, ma molto valido: Chiagne e Fu..e.
Così i Cittadini che rispettano le regole, pagano il dovuto e vorrebbero un Servizio Decente, si trovano tra l’incudine e il martello.

E si sentono presi in giro quando l’AMA, come succede nei condomini orizzontali, in caso di conferimento errato, multa il Condominio, credendo di “Educare” i Cittadini.
Mentre gli utenti, di fronte all’indecente spettacolo di contenitori pieni per il mancato passaggio degli addetti, dovrebbero, per “Educare” AMA, rivolgersi al TAR.
C’è, tra di noi, un Cittadino che ha registrato tutti i passaggi dei mezzi sin dall’inizio. Abbiamo chiesto all’AMA, come previsto dal Contratto di Servizio, di ottenere l’elenco di tali passaggi, visto che sul sito viene indicato solo il totale generale. NON abbiamo ottenuto alcunché. Neanche una risposta. Era previsto che entro il 31/12/2016 su tutti i mezzi fosse installato un sistema GPS per un controllo più efficace: NON è stato fatto! Ma il Comune, che è Responsabile dei Controlli, che cosa fa?
Questa la situazione: (ANSA) - ROMA, 01/08/2016 - "I numeri attuali di Ama sono oltre 600 milioni di euro di debiti, di cui 200 milioni verso fornitori, oltre 35 milioni di euro annui verso il pool di banche che la sostiene; 250 milioni di costi per la esportazione di rifiuti; circa 7500 dipendenti; una flotta di veicoli acquistati per oltre 200 milioni nel 2009 e 2010". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi illustrando in assemblea capitolina le linee guida programmatiche sul tema rifiuti.
Perché NON effettuare una SANA ESTERNALIZZAZIONE? Perché questo Accanimento Terapeutico? Per l’ATAC sono state presentate la settimana scorsa le firme per fare un Referendum.
È sorprendente che si voglia tenere ancora in piedi questo sfascio, dovuto a gestioni politiche precedenti basate su clientelismo, corruzione, concussione, favoritismi anche elettorali, che ha portato tanto discredito all’azienda e alla città, impipandosene bellamente di tutte le critiche, dei cittadini, dei tantissimi turisti e dei giornalisti stranieri.
Dovrebbero essere gli stessi lavoratori, formando una cooperativa a tutela della loro professionalità, a chiedere di poter effettuare la raccolta in maniera efficiente per ridare dignità ai Cittadini e decoro a Roma.
Chiediamo di avere un incontro nel minor tempo possibile.
Saluti,

Roma, 19 agosto 2017

Per conto del CdQ Palocco
Il Presidente
Franco Trane

all./ 1 foglio con fotografie scattate nel mese di agosto 2017 all’interno del comprensorio di Casalpalocco

 

Effettua il Login per scrivere commenti. Qualora non fossi registrato devi eseguire la procedura di registrazione.

free pokerfree poker

Consorzio Casalpalocco

MUNICIPIO ROMA X

Copyright © 2011 Comitato di Quartiere Palocco - Partita IVA: 97214930584. Tutti i diritti riservati.